Tirreno Power,ambientalisti parte civile

Le associazioni ambientaliste Greenpeace, Legambiente, Wwf, Anpana, Medicina Democratica e Uniti per la Salute sono state ammesse come parti civili durante l'udienza preliminare per il disastro ambientale e sanitario colposo legato alla centrale termoelettrica Tirreno Power di Vado Ligure (Savona). "Oggi è un gran giorno - ha detto Giovanni Durante, portavoce della Rete Savonese Fermiamo il Carbone - è stata riconosciuta dal giudice la rilevanza del lavoro svolto in tutti questi anni. Abbiamo grande fiducia nel lavoro della magistratura, e questo è un passo importante nella strada della verifica di una verità giudiziaria". Per medicina Democratica questa "è una prima vittoria". Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio di 26 persone tra cui i vertici dell'azienda. Nell'udienza di oggi hanno chiesto di costituirsi parte civile anche un malato di tumore e i familiari di due persone uccise dal cancro, richiesta respinta dal gup che ha ritenuto non esistere legame certo tra emissioni e patologie.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Gazzetta d'Alba
  2. Targatocn.it
  3. Cuneo Cronaca
  4. Cuneo Cronaca
  5. IdeaWebTv

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bosia

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...